Le patologie trattate

Il Dr. Valente effettua visite specialistiche, seconde opinioni ed interventi chirurgici per patologie al fegato, alle vie biliari, al pancreas e al duodeno.

FegatoTumore benigno

È comune e non si diffonde ad altri organi. Solitamente non dà disturbi, è trovato casualmente con ecografia, TAC, risonanza magnetica o esami del sangue. Il più comune è l’emangioma, con l’iperplasia nodulare focale e l’adenoma. Richiede trattamento solo in condizioni molto particolari.

FegatoTumore maligno

Origina nel fegato, più frequentemente malato di cirrosi. All’inizio non dà segno di sé ma spesso tende a crescere, diffondendosi ai vasi sanguigni ed agli altri organi. I più frequenti sono l’epatocarcinoma, il colangiocarcinoma, l’angiosarcoma. In alcune condizioni è utile un intervento chirurgico.

FegatoTumore metastatico (metastasi)

La “metastasi” è un tumore maligno che ha raggiunto il fegato da altre parti del corpo, dove origina settimane, mesi o anche anni prima. Più spesso origina dal colon o dal retto, ma anche da pancreas, pelle (melanoma), polmone, mammella. Sono studiati meglio da TAC e risonanza magnetica.

FegatoTrauma

Il fegato è uno degli organi più esposti sia a trauma “chiuso”, cioè senza ferita (es. incidente stradale), sia a trauma “penetrante” (es. ferita da arma da taglio o da fuoco). Il primo trattamento è di emergenza e in molti casi serve solo l’osservazione, ma talvolta anche procedure radiologiche o chirurgiche.

Colecisti e vie biliariCalcolosi

I calcoli biliari sono depositi di bile, liquido digestivo del cibo. Si formano nella colecisti (cistifellea), piccolo organo a forma di pera sotto al fegato, raramente nelle vie biliari. Sono frequenti, possono causare dolore, vomito, febbre, pancreatite, tumori. In questi casi, se possibile, serve un’operazione per rimuovere la colecisti (colecistectomia).

Colecisti e vie biliariTumore maligno

Detto “colangiocarcinoma”, nasce dalla colecisti o dai canali che transitano la bile dal fegato all’intestino. Spesso causa alterazioni negli esami del sangue, può crescere rapidamente e diffondersi agli organi vicini. Lo curano insieme specialisti di più discipline, se possibile con un intervento chirurgico.

Colecisti e vie biliariDanni da interventi

La colecistectomia è uno degli interventi chirurgici più frequenti. Molto raramente durante questa operazione si verifica un danno che viene scoperto subito, nelle prime ore o dopo giorni. Per la riparazione del danno è necessaria esperienza specifica chirurgica, radiologica ed endoscopica interventistica.

Colecisti e vie biliariCisti ed altre anomalie

Le “cisti” sono allargamenti a forma di sacco delle vie biliari, i “tubi” che dal fegato portano la bile all’intestino (il duodeno). Talvolta causano dolore, nausea o vomito, e possono degenerare e diventare tumori maligni. Per questo è spesso opportuno un intervento chirurgico per asportarle.

Colecisti e vie biliariPolipi

Nella colecisti (cistifellea) si possono trovare dei “polipi”, piccoli noduli attaccati alle pareti dell’organo. Spesso sono innocui e necessitano solo di controllo nel tempo ma se crescono, danno fastidio o mostrano segni particolari bisogna asportarli per prevenirne una trasformazione in tumore maligno.

PancreasTumore maligno

Il tumore del pancreas può essere aggressivo e crescere rapidamente, ma la cura è molto migliorata negli ultimi anni grazie a innovazioni in più discipline. Per operarlo in sicurezza serve un team specializzato, con chirurghi esperti e formati specificamente per questi interventi, che così divengono meno rischiosi e più efficaci.

PancreasCisti e tumore benigno

Vengono solitamente visti con TAC o risonanza magnetica eseguite per altre ragioni, più spesso come lesioni tonde contenenti liquido, dette “cisti” o talvolta "IPMN". Devono solitamente essere solo controllati nel tempo, ma talvolta è necessaria una speciale endoscopia-ecografia operativa o un intervento chirurgico particolare.

PancreasTumore neuroendocrino

È un tumore raro del pancreas, più spesso benigno o a lenta crescita. Può produrre ormoni e causare effetti generali difficili da riconoscere, talvolta è difficile da localizzare con precisione. È solitamente visto con una TAC, una risonanza magnetica o una PET e talvolta deve essere asportato con un intervento chirurgico. 

PancreasPancreatite acuta

Il pancreas si può infiammare (si dice “pancreatite”) a causa si calcoli della colecisti, uso di superalcolici, o altre patologie. Più spesso tutto si risolve con qualche giorno in ospedale, ma talvolta la pancreatite può danneggiare gravemente i tessuti vicini e rendere la cura molto più lunga e difficile.

PancreasPancreatite cronica

È un’infiammazione di lungo termine del pancreas. Più spesso insorge ai 30-40 anni, causata da alcol, alterazioni immunitarie o altre patologie, anche ereditarie. Può alterare la digestione del cibo e la qualità delle feci, causare perdita di peso e diabete. Se molto dolorosa può giovarsi di un'operazione.

PancreasPancreatite autoimmune

È una infiammazione duratura del pancreas, che origina da un’alterazione del sistema immune e che si cura con il cortisone. Ne esiste un tipo “1” causato da specifici anticorpi (detti “IgG4”) che può confondersi con il tumore del pancreas, ed un tipo “2” che può associarsi a infiammazioni dell’intestino.

PancreasTraumi e danni da interventi

Raramente il pancreas viene danneggiato durante un intervento chirurgico o un trauma (es. un incidente). Dopo il primo trattamento in emergenza, è necessaria una cura molto specializzata, soprattutto chirurgica ma spesso a più discipline, simile a quella della pancreatite acuta grave.

DuodenoTumore

Il tumore del duodeno è raro. Crescendo può bloccare il passaggio del cibo e causare nausea, reflusso e vomito, dolore all’addome, dimagrimento e perdita e sangue nelle feci. Per il tumore maligno può essere opportuno un intervento chirurgico che coinvolge anche la via biliare e il pancreas.

DuodenoStenosi

Le “stenosi” sono restringimenti causati da malattie infettive, infiammazioni (anche dopo ulcera) o tumori del duodeno stesso o degli organi vicini. Possono impedire lo svuotamento dello stomaco, causando perdita di appetito, nausea, vomito e dolore. Talvolta è necessario un intervento chirurgico.

Hai bisogno di maggiori informazioni o di prenotare una visita?

Prenota un appuntamento con il Dr. Valente in una delle strutture disponibili per visite ambulatoriali, seconde opinioni ed interventi chirurgici di chirurgia epatobiliare e pancreatica.

Trovi il Dr. Roberto Valente su TopDoctors.it

© 2021 Roberto Valente

Il sito internet robertovalente.eu rispetta le linee guida nazionali della FNOMCeO in materia di pubblicità sanitaria, secondo gli art. 55-56-57 del Codice di Deontologia Medica. Il Dr. Roberto Valente è iscritto all'ordine dei medici di Genova dal 22/07/1996. n. OMGE13431.

LINKEDIN / RESEARCHGATE
Privacy PolicyCookie Policy

Sito web medico di Studio Blankpage
Siti Per Medici